La televisione svizzera per l’Italia

Covid, le varianti cinesi non fanno paura a Berna

Fine delle restrizioni ai viaggi in Cina.
Fine delle restrizioni ai viaggi in Cina. Keystone / Mark R. Cristino

Nessuna misura particolare per il momento negli aeroporti elvetici nei confronti dei viaggiatori in arrivo dalla Cina.

Le varianti del virus che circolano in Cina non rappresentano un pericolo per il sistema sanitario svizzero perché non sono diverse dalle nostre e non provocano un decorso più grave della malattia.

È quanto sostiene l’Ufficio federale di sanità pubblica che per il momento non intende imporre test Covid obbligatori sul traffico aereo, in vista della ripresa a fine mese dei voli provenienti dal Paese asiatico.

Contenuto esterno

Già dall’8 gennaio i cittadini e le cittadine del dragone, dopo un lungo isolamento imposto da Pechino, torneranno a viaggiare liberamente all’estero e a rientrare in patria senza quarantena. La revoca di queste restrizioni fa temere un’impennata dei contagi su scala internazionale, proprio come sta avvenendo in questi giorni in Cina.

Alcuni Paesi europei e anche asiatici hanno già introdotto l’obbligo del test per i cinesi in arrivo. L’Unione Europea ha inoltre raccomandato mercoledì ai suoi membri, al termine di una riunione cui ha partecipato anche una delegazione elvetica, di imporre il tampone nelle 48 ore che precedono la partenza.

Bruxelles sollecita pure a iniziare a fare tamponi rapidi a campione in aeroporto ai passeggeri in arrivo allo scopo di sequenziarli e vedere quali sono le varianti presenti. Sono raccomandazioni cui, almeno per ora, Berna non intende aderire.

Attualità

robot che giocano a calcio

Altri sviluppi

In netta crescita il numero di nuove imprese in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel primo semestre del 2023 sono state iscritte nel registro di commercio svizzero 27'329 nuove aziende, ossia il 3% in più rispetto a un anno fa.

Di più In netta crescita il numero di nuove imprese in Svizzera
Carcerato palestinese prega dietro le sbarre a Gaza.

Altri sviluppi

L’inferno delle carceri israeliane

Questo contenuto è stato pubblicato al Abusi, trattamenti degradanti, pazienti incatenati ai letti. È la denuncia di un informatore israeliano che ha lavorato nell’infermeria di un carcere dove l'IFD - l’esercito dello Stato ebraico - imprigiona le persone catturate nella Striscia di Gaza.

Di più L’inferno delle carceri israeliane
Studenti davanti al computer.

Altri sviluppi

Liceo, quattro anni per tutti

Questo contenuto è stato pubblicato al La riforma vuole uniformare in tutta la Confederazione la durata dei corsi alle scuole superiori per l'ottenimento della maturità.

Di più Liceo, quattro anni per tutti
Tessere sanitarie su un tavolo.

Altri sviluppi

Emergenza sanitaria, gli assicuratori vogliono parlare all’unisono

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista di un nuovo sistema tariffario, voluto dal Governo per tentare di calmierare la spesa sanitaria, le assicurazioni hanno deciso di creare una nuova organizzazione unitaria che ponga fine all'attuale duopolio.

Di più Emergenza sanitaria, gli assicuratori vogliono parlare all’unisono
Il ristorante a Muri (AG) verso cui si sono rivolte le attenzioni degli inquirenti.

Altri sviluppi

Mafie, condannato in Italia ristoratore argoviese

Questo contenuto è stato pubblicato al L'imputato era sospettato di legami con la cosca calabrese Anello-Fruci di Vibo Valenzia. In precedenza erano stati inflitti 11 anni a operaio comunale del Luganese.

Di più Mafie, condannato in Italia ristoratore argoviese
vigile del fuoco davanti a una palazzina

Altri sviluppi

Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esplosione che ha devastato un parcheggio sotterraneo e parte di una palazzina a Nussbaumen è dovuta alla manipolazione e allo stoccaggio non corretti di grandi quantità di materiale pirotecnico importato illegalmente in Svizzera.

Di più Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia
schede elettorali

Altri sviluppi

Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari

Questo contenuto è stato pubblicato al In occasione delle ultime elezioni svizzere, le preoccupazioni dell'elettorato riguardavano soprattutto l'asilo, l'immigrazione e il potere d'acquisto. Ad approfittarne sono stati soprattutto l'Unione democratica di centro e il Partito socialista.

Di più Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari
uomo

Altri sviluppi

In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente del PLR Thierry Burkart ha chiesto l'abolizione della scuola inclusiva. "Ha fallito", ha dichiarato in un'intervista pubblicata oggi dalle testate del gruppo Tamedia.

Di più In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR