La televisione svizzera per l’Italia

Covid, la chiusura di un ristorante a Zermatt era legittima

Il ristorante al centro della lunga contesa con le autorità cantonali vallesane da parte del ristoratore ribelle.
Il ristorante di Zermatt al centro della lunga contesa con le autorità cantonali vallesane. Keystone / Laurent Gillieron

Il Tribunale federale non accoglie il ricorso del proprietario del Walliserkanne che contestava la decisione del governo vallesano presa per l'inosservanza delle norme sul certificato Covid.

La chiusura di 14 giorni del ristorante Walliserkanne a Zermatt (VS), ordinata nell’ottobre 2021 dal governo vallesano per violazione delle norme contro il Covid-19, era legittima. A certificarlo è stato il Tribunale federale (TF) al quale aveva ricorso il ristoratore “ribelle”, macchiatosi di ripetute inosservanze dei provvedimenti adottati durante l’emergenza pandemica.

Il ristorante era stato chiuso (per 14 giorni) il 29 ottobre 2021, in seguito ai controlli di polizia da cui è emersa l’assenza dell’attuazione di diverse misure volte a contrastare la diffusione del coronavirus, come il mancato controllo dei certificati Covid dei clienti del ristorante.

Nonostante la posa di blocchi di cemento davanti al locale per impedirne l’accesso, gli esercenti avevano continuato a servire i clienti, improvvisando persino un bar su tali blocchi ed erano quindi stati arrestati il 31 ottobre.

Il Tribunale federale condivide il giudizio del ministero pubblico vallesano, secondo cui la libertà economica non è stata violata dall’introduzione del certificato Covid. L’ordinanza emessa dal Consiglio federale, hanno rilevato i giudici federali, era costituzionale e adeguata alla situazione e le disposizioni non andavano oltre i poteri concessi dalla legge sulle epidemie.

Nell’ottobre 2021, ha ricordato il TF, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) aveva classificato la pandemia di Covid come un’emergenza sanitaria di portata internazionale e in Svizzera era ancora in vigore lo stato di necessità con il quale erano stati conferiti al Consiglio federale maggiori poteri.

In questo contesto, ha evidenziato la suprema corte, l’esecutivo era autorizzato a ordinare la chiusura di scuole, istituzioni pubbliche o aziende e la richiesta di un certificato per entrare in un ristorante e la verifica da parte dell’oste erano misure molto più blande rispetto a quelle appena menzionate.

I controlli, di responsabilità del gerente, a giudizio del TF non erano dispendiosi in termini di tempo e potevano essere semplificati grazie all’ausilio di un’app installata su un dispositivo mobile.




Attualità

Nemo all'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest.

Altri sviluppi

L’Eurovision a Ginevra o Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al Scartate le candidature di Zurigo e Berna/Bienne. La sede della prossima edizione della seguitissima manifestazione canora continentale sarà decisa il prossimo mese.

Di più L’Eurovision a Ginevra o Basilea
Militari impegnati a Cevio (Valle Maggia)

Altri sviluppi

Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato al L’Esercito prolunga fino al 28 luglio l’impiego di aiuto militare in caso di catastrofe in Ticino per poter concludere la costruzione del ponte a Cevio e ripristinare le strade di Val Bavona e Lavizzara.

Di più Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino
Abbé Pierre

Altri sviluppi

Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre

Questo contenuto è stato pubblicato al Sette donne, tra cui una minorenne ai tempi dei fatti contestati, sostengono di aver subito molestie sessuali, per lungo tempo, da parte del celebre presbitero francese.

Di più Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre
Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea
Container al porto fluviale di Basilea.

Altri sviluppi

Ripresa del commercio estero svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo un inizio d'anno poco dinamico le esportazioni sono tornate a crescere con vigore nel secondo trimestre.

Di più Ripresa del commercio estero svizzero
Il Tribunale penale federale a Bellinzona.

Altri sviluppi

Algerino rinviato a giudizio per terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Procura federale il presunto militante dello Stato Islamico (ISIS), la cui domanda d'asilo in Svizzera era stata respinta, progettava un attentato in Francia.

Di più Algerino rinviato a giudizio per terrorismo
Traffico veicolare in una città svizzera.

Altri sviluppi

Radar anti-rumore a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha testato lo scorso anno nella città di Calvino alcuni nuovi apparecchi, nell'ambito di un progetto pilota che ha lo scopo di sanzionare in modo più efficace il rumore eccessivo sulle strade.

Di più Radar anti-rumore a Ginevra

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR