Navigation

A Zurigo un bimbo su cinque è stato contagiato

Keystone / Jörg Carstensen

Da un'indagine condotta nel canton Zurigo è risultato che un bimbo su cinque è stato infettato dal coronavirus e i due terzi di questi non hanno manifestato sintomi del Covid-19.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2021 - 14:28
tvsvizzera/ats/spal cn RSI (TG del 21.5.2021)

Lo studio Ciao Corona, condotto per la terza volta su 2'500 allievi di 55 scuole zurighesi, ha evidenziato che i bambini che hanno formato anticorpi contro il Sars-cov2 sono passati dal 2 al 19% in poco meno di un anno, una quota analoga a quella degli adulti.

Inoltre, l'80% degli scolari cui sono stati individuati gli anticorpi li ha mantenuti per almeno sei mesi mentre il due per cento dei contagiati ha manifestato sintomi compatibili con il Long-Covid.

Non è però escluso, secondo la responsabile della ricerca Susi Kriemler, che anche i bimbi infettati che non presentano gli anticorpi, siano protetti da altri meccanismi del sistema immunitario come le cellule T.  

Intanto però le autorità sanitarie cantonali, alla luce del progressivo miglioramento della situazione epidemiologica, hanno deciso di revocare alcune restrizioni prima delle vacanze estive, tra le quali l'obbligo della mascherina all'aperto.

tvsvizzera/ats/spal cn RSI (TG del 21.5.2021)

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.