Navigation

Costa un po' meno la settimana bianca in Svizzera

A Zermatt ci vogliono più di 5'000 franchi per fare la settimana bianca con la famiglia. © Keystone / Christian Beutler

Almeno per gli appassionati di sci la pandemia sembra aver avuto un piccolo beneficio. I prezzi medi nelle stazioni invernali elvetiche sono infatti calati mediamente del 3% rispetto a due anni fa.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2021 - 18:21
tvsvizzera.it/spal

Lo studioLink esterno pubblicato dalla Banca Clear, in collaborazione con l'istituto di ricerca economica Bak Economics, mette però in evidenza sensibili differenze in relazione al costo della classica settimana bianca (skipass par 8 giorni e soggiorno di 7 notti) tra le 14 località sciistiche selezionate.

Le maggiori riduzioni dei prezzi rispetto all'inverno 2020 si sono riscontrate nelle regioni del Cantone dei Grigioni Flims-Laax-Falera (-8,1%) e Andermatt-Sedrun (-6,3%). A Saas-Fee i prezzi sono scesi addirittura del 9,4%. In quattro comprensori - Airolo (+3,8 ), Zermatt (+2,6%), St. Moritz (+1,8%) e Verbier (+ 0,8%) - si è assistito invece a un trend opposto.

Contenuto esterno

Oltre 5'000 franchi a Zermatt, Verbier e St. Moritz

Da notare che queste ultime tre rinomate località alpine sono anche quelle più care, nelle quali quest'inverno una famiglia pagherà per una settimana bianca oltre 5'000 CHF ( 4'785 euro), per la precisione 5'240 franchi a Zermatt, 5'168 a Verbier e 5'113 a St. Moritz.

Per le coppie (senza eventuali figli al seguito) Verbier risulta essere la più onerosa (5'399 franchi), seguita da Gstaad (4'807 franchi) e Zermatt (4'645 franchi). Per gli studenti, invece, la settimana bianca costa di più ad Andermatt (1'495 franchi), seguita da Verbier (1'465 franchi) e St. Moritz (1'390 franchi).

Dove si spende meno

E le meno care? Sono Aletsch-Arena, Engelberg-Titlis e Airolo, nelle quali una famiglia spenderà per una settimana sulla neve rispettivamente 3'428, 3'532 e 3767 franchi. Sempre queste tre località, ma con un ordine diverso, risultano essere le più convenienti per le coppie (2'740 franchi ad Airolo, 3'113 ad Aletsch-Arena e 3'423 a Engelberg-Titlis.

Anche per gli studenti la località ticinese è la più economica (878 franchi), seguita da Engelberg-Titlis (917 franchi) e Adelboden e Aletsch-Arena (entrambe 1'070 franchi).

I costi di hotel e appartamenti

I costi per l'alloggio, nel dettaglio, sono alquanto divergenti tra loro. In linea generale i prezzi sono scesi del 4,8% rispetto all'ultimo inverno pre-pandemia ma le disparità sono notevoli, anche all'interno della stessa destinazione turistica.

In questo senso, rileva lo studio, è significativo il caso di Andermatt-Sedrun dove i prezzi della camera per sette giorni per gli studenti sono cresciuti del 48,2% rispetto a due anni fa, mentre per una famiglia di quattro persone sono scesi del 23,5%.  E tra le varie località il divario può arrivare al 100%.

A titolo d'esempio la solita famiglia di 4 persone spenderà circa 1'350 franchi ad Airolo o Aletsch-Arena mentre ad Arosa-Lenzerheide o Zermatt l'esborso supererà i 2'400 franchi. Scarti ancora maggiori si delineano per le coppie (1'422 franchi ad Airolo e oltre 3'853 a Verbier) e per gli studenti (373 franchi a Engelberg-Titlis e 834 ad Arosa Lenzerheide).

Skipass più cari

Più complesso il discorso dello skipass, soggetto a differenti tariffe a seconda del periodo e delle categorie di utenti. In generale il loro costo nel periodo preso in considerazione (19-26 febbraio 2022) è destinato a salire dell'1,5%, rispetto sempre a due anni fa.

Va peggio per le famiglie (+2,8%) su cui pesa l'aumento che in molte regioni penalizza soprattutto i bambini. Tra le varie località si va dall'incremento del 48% dei biglietti per accedere alle piste a Verbier alla riduzione del 17,4% che si registra a Flims-Laax-Falera.

Pandemia, le misure sulla neve

Va da ultimo ricordato che nei comprensori sciistici sono stati allestiti specifici piani di protezione contro il Covid-19, che potranno cambiare in funzione dell'evoluzione epidemiologica.

Vige inoltre l'obbligo generale di mascherina (dai 12 anni) sugli impianti di risalita, comprese funivie e seggiovie, e di green pass (dai 16 anni) nei locali di ristorazione (analogamente a tutti gli altri ristoranti), con possibilità di certificato Covid rafforzato (2G, solo vaccinati o guariti) laddove i gestori ritengano di applicarlo per consentire ai clienti di derogare alla prescrizione della mascherina e della consumazione al tavolo nei loro esercizi.    

I criteri dell'analisi

Sono confrontate le offerte disponibili a metà novembre 2021 con quelle del periodo pre-pandemia (settimana bianca dal 22 al 29 febbraio 2020, rilevazione: novembre 2019) in 14 regioni sciistiche: St. Moritz, Davos-Klosters, Flims-Laax-Falera e Arosa-Lenzerheide nel Sud-est della Svizzera, Andermatt-Sedrun ed Engelberg-Titlis nella Svizzera centrale, Gstaad, regione Jungfrau e Adelboden-Lenk nell’Oberland bernese, Zermatt, Aletsch-Arena, Verbier e Saas-Fee nel Vallese e Airolo in Ticino.

Gli elementi presi in considerazione sono stati: skipass per 8 giorni, 7 notti in un appartamento di vacanza o, per la coppia di coniugi, in albergo, noleggio degli sci (scarponi e sci) nonché tassa di soggiorno. Nel caso della famiglia viene calcolata anche la scuola di sci per i bambini (corso della durata di cinque mezze giornate). Non sono invece stati presi in considerazione i costi variabili come vitto, divertimenti e viaggio.

Il confronto è stato effettuato per una famiglia composta da due adulti e due bambini (7 e 10 anni) che prende in affitto un appartamento di vacanza tramite Airbnb, una coppia di coniugi che alloggia in un albergo a quattro stelle e un gruppo di tre studenti, anche loro in un appartamento di vacanza.

End of insertion

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?