La televisione svizzera per l’Italia

Corruzione, chiesto un registro dei titolari effettivi delle società fiduciarie

La Svizzera è in ritardo, sostiene Transparency, rispetto ai Paesi UE in tema di riciclaggio di denaro.
La Svizzera è in ritardo, sostiene Transparency, rispetto ai Paesi UE in tema di riciclaggio di denaro. © Keystone / Gaetan Bally

Rapporto di Transparency evidenzia lacune nelle norme elvetiche sul riciclaggio, il Governo federale a breve metterà in consultazione un progetto sui trust.

L’ordinamento elvetico non ha ancora recepito i nuovo standard internazionali sul riciclaggio di denaro e per contrastare efficacemente il fenomeno, indica Transparency International, Berna deve creare rapidamente un registro dei beneficiari effettivi dei trust e di società analoghe. Sulla questione il Governo federale aveva annunciato che avrebbe messo in consultazione un progetto specifico.

Numerosi casi internazionali di corruzione e riciclaggio di denaro che sono venuti alla luce, sottolinea l’organizzazione, dimostrano che i criminali spesso nascondono beni acquisiti illegalmente dietro intricate strutture di società di comodo delle quali, pur non essendo i titolari legali, mantengono il controllo in qualità di proprietari effettivi.

+ Le norme elvetiche sono in ritardo nella lotta al riciclaggio

A questo proposito, il Gruppo d’Azione Finanziaria Internazionale (GAFI), l’organo intergovernativo di vigilanza sul riciclaggio di denaro, ha recentemente inasprito gli standard in materia.

La Confederazione, che in quanto membro del GAFI è tenuta ad adeguare la propria legislazione in base alle nuove direttive, è tuttavia in ritardo rispetto all’UE, osserva Transparency, secondo cui vanno soddisfatti determinati criteri: la copertura di tutte le entità a rischio e la presenza di informazioni complete e verificate sui titolari effettivi. Inoltre, l’accesso non dovrebbe essere limitato alle autorità e agli intermediari finanziari, ma dovrebbe essere aperto al maggior numero possibile di persone (in particolare ong e media).

Berna comunque, che negli ultimi decenni si è uniformata alle indicazioni provenienti dagli organismi internazionali, tra cui l’OCSE, ha già espresso la sua intenzione di creare una banca dati che favorisca la trasparenza in questo ambito.

Attualità

carro armato

Altri sviluppi

Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Questo contenuto è stato pubblicato al Malgrado le condanne giunte da tutto il mondo dopo l'attacco di domenica notte, nel quale sono morti decine di civili, l'esercito israeliano prosegue le operazioni nel sud della Striscia di Gaza.

Di più Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Altri sviluppi

Un alunno su sei è in sovrappeso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il sovrappeso e l'obesità rimangono una sfida per i bambini e gli adolescenti. Secondo un monitoraggio che si riferisce all'anno scolastico 2022/23, un alunno su sei ha problemi con la bilancia.

Di più Un alunno su sei è in sovrappeso

Altri sviluppi

Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio

Questo contenuto è stato pubblicato al Secondo un sondaggio in Svizzera quasi un terzo della popolazione ha già vissuto liti con il vicinato. I motivi più comuni sono l'eccesso di rumori, problemi con la lavanderia, infrazioni delle regole sui posteggi e diatribe riguardanti la proprietà di terreni.

Di più Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio
bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR