Navigation

Iniziato l'esodo estivo, code al San Gottardo

Il traffico sulle strade svizzere a causa dell'inizio delle vacanze è stato parecchio intenso. Sull'autostrada A2 (asse Nord-Sud), tra Amsteg a Göschenen (nel canton Uri) al portale nord della galleria autostradale del San Gottardo, si è formata sin dalle prime ore di stamane una coda di 11 chilometri in direzione sud, con tempi di attesa di quasi due ore. Code iniziate già alle 4 di mattina... ecco allora alcuni consigli per la scelta di vie alternative.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2017 - 17:50
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


In estate, come ogni anno, i viaggiatori che scelgono di trascorrere le proprie vacanze varcando il San Gottardo dovranno armarsi di pazienza. Il TCS (Touring Club Svizzero) ha diramato alcuni consigli per chi si deve mettere alla guida in questo periodo.

Il traffico più intenso è atteso dalla metà alla fine di luglio, in concomitanza con la fine delle scuole nel canton Zurigo e l'inizio delle vacanze in Olanda e nei Länder tedeschi, in particolare Baviera e Baden-Württemberg. La galleria del San Gottardo diventa "il collo della bottiglia della Svizzera", con colonne di veicoli che possono superare facilmente i 10 km e provocare attese fino a due ore e mezza.

Vie alternative consigliate

Il TCS indica alcune vie alternative al San Gottardo: per i viaggiatori in partenza dal Ticino in direzione della Svizzera centrale e settentrionale si consiglia di scegliere il passo del San Gottardo oppure i passi alpini della Novena e del Grimsel per raggiungere l'Oberland bernese a Meiringen, da qui si può facilmente raggiungere la Svizzera centrale e nord occidentale.

In direzione del Vallese e della Svizzera romanda il passo della Novena rimane la miglior soluzione, "altrimenti le altre vie, praticabili tutto l'anno, sono le Centovalli, la litoranea ovest del lago Maggiore o il traghetto Lavena-Verbania e poi il passo del Sempione per raggiungere Briga".

Per i Grigioni e la Svizzera orientale il TCS indica il passo del Lucomagno oppure l'A13 del San Bernardino. Quest'ultimo tragitto è tuttavia soggetto a frequenti colonne nei fine settimana.
Per chi viaggia in direzione dell'Italia si consiglia di evitare la dogana di Chiasso-Brogeda optando per altri valichi di confine del Mendrisiotto.

Il TCS ricorda di partire possibilmente durante la settimana, oppure al mattino presto o in tarda serata. È inoltre importante avere con sé una scorta sufficiente di cibo e bevande, spegnere il motore nel caso in cui ci si trovi bloccati in colonna e non scendere dal veicolo.



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.