Navigation

Con la siccità sale il rischio incendi in tutta la Svizzera

A Verdasio la situazione è migliorata ma i residenti sono ancora sfollati. Keystone / Samuel Golay

Sale il pericolo incendi: particolarmente colpite le regioni a sud delle Alpi. Sotto controllo le fiamme nelle Centovalli (Ticino).

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2022 - 14:04
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

Tutta la Svizzera è nella morsa della siccità che crea timori per il rischio elevato di incendi e per i danni che si profilano all'economia, in articolare nell'agricoltura e, se continua, nella produzione di energia.

Il sud delle Alpi, dove non piove da ormai numerose settimane, è particolarmente colpito dal fenomeno ma anche nel resto della Confederazione il deficit idrico inizia a farsi sentire. Boschi in fiamme, che fino a poco fa divampavano solo in Ticino e Grigioni, vengono ora segnalati anche in altre località.

Roghi circoscritti sono scoppiati venerdì a Grellingen (Basilea Campagna) e a Le Sépey e Leysin, nel Canton Vaud. Il pronto intervento dei vigili del fuoco ha consentito di domare in breve tempo le fiamme.

Nella Svizzera italiana, in particolare nelle Centovalli, a ridosso della Valle Vigezzo (Verbana), è ormai sotto controllo l'incendio che mercoledì scorso ha mandato in fumo oltre 50 ettari di foresta nei pressi di Verdasio e sui Monti di Comino, dove negli scorsi giorni sono stati fatti allontanare dalle loro case i residenti. Restano alcuni focolai che vengono monitorati costantemente per il rischio che possano essere di nuovo alimentati da una ripresa del vento sulla regione.

In diversi cantoni è stato innalzato il pericolo di incendi, anche se al momento solo in Ticino, Uri e nelle vallate meridionali dei Grigioni, dove il rischio è classificato a 4 punti (su una scala di 5), è stato introdotto il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto.

A Berna, Friburgo, Neuchâtel e Giura, così come a Basilea, Soletta e Lucerna, il rischio di roghi boschivi è stato innalzato a "grave" (3 su 5) mentre nel Canton Vaud è stato fissato a 2 su 3.

La popolazione viene invitata alla massima prudenza: le autorità raccomandano di spegnere completamente i fuochi prima di lasciare l'abitazione e di non gettare mozziconi o altri prodotti da fumo. I fuochi, dove non vige il divieto assoluto, devono essere evitati in presenza di forte vento.

Contenuto esterno



I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?