Navigation

Ronaldo presentato a Torino, tifosi in delirio

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 16 luglio 2018 - 21:31
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 16.7.2018)

Archiviati ieri i campionati del mondo di calcio in Russia, con la Francia che ha avuto ragione in finale a Mosca dell'indomita Croazia, oggi è stato il grande giorno di Cristiano Ronaldo a Torino.

CR7 è finalmente sbarcato all'Allianz Stadium, dopo le visite mediche di rito al J Medical e l'incontro con Allegri e i suoi futuri compagni alla Continassa, dove è stato accolto dai tifosi in delirio.

Oltre 200 giornalisti e televisioni internazionali erano invece ad attenderlo nella sala Gianni e Umberto Agnelli dello Stadium, dove il cinque volte "pallone d'oro" è stato ufficialmente presentato ai media.

A 33 anni, ha detto il campione portoghese, "non mi sento finito. La mia carriera è stato un sogno, ho vinto tutto. Ma sono ancora giovane, sono pronto a questa nuova sfida e sono sicuro che alla Juve farò benissimo, lascerò il segno anche nella storia di questa squadra".

Le cifre sono note: 105 milioni di euro andati al Real Madrid, che gli è venuto incontro liberandolo dagli obblighi contrattuali con il club iberico, oltre 31 milioni (netti) per quattro anni di contratto, un investimento di 350-400 milioni per le casse bianconere e una tassazione agevolata grazie al forfait introdotto da Pier Carlo Padoan con la legge di bilancio del 2017 (100'000 euro d'imposta per tutti i redditi conseguiti all'estero).

Ma ai tifosi tutti questi numeri non interessano minimamente, vogliono solo tornare a vincere una champions cup che è divenuta una chimera per il popolo bianconero, dopo le due finali perse in tre anni.

 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.