Navigation

Bloccati in aeroporto

Molti passeggeri sono costretti a tornare a casa perché privi di documenti sanitari validi Keystone / Walter Bieri

Diverse centinaia di turisti sono rimasti bloccati nelle ultime settimane all’aeroporto di Zurigo perché non avevano un certificato Covid, ne avevano uno scaduto o ne avevano uno i una lingua diversa dall’inglese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2021 - 08:53
tvsvizzera.it/mrj con Keystone-ATS

In giugno, 700 persone hanno dovuto interrompere il loro viaggio all’aeroporto di Zurigo per questo motivo, mentre a luglio sono rimasti a terra tra il 5% e il 10% dei passeggeri dei voli intercontinentali e dall’1% al 2% di quelli di voli a corto raggio.

Oltre a certificati scaduti o non scritti in inglese, i passeggeri possono avere problemi se questi non contengono tutte le informazioni richieste, come per esempio il numero del passaporto oppure il nome completo.

Contenuto esterno

Anche i passeggeri che sono solo in transito dalla Svizzera possono incappare in problemi di varia natura: se non soddisfano i requisiti di viaggio della loro destinazione, non possono continuare. Alcuni Paesi richiedono infatti un test Covid valido in aggiunta al certificato.

Queste cifre riguardano le compagnie aeree gestite da Swissport, che rappresentano circa l'80% di tutti i voli dall'aeroporto di Zurigo.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.