La televisione svizzera per l’Italia

Berna e UBS firmano il contratto di garanzia

bandiera svizzera sopra un insegna di creditsuisse
La Confederazione coprirà le perdite superiori ai 5 miliardi di franchi causate da un portafoglio di attivi di Credit Suisse. © Keystone / Michael Buholzer

Il documento sottoscritto dal Governo svizzero e da UBS, banca che ha rilevato Credit Suisse, assicura la copertura da parte della Confederazione di eventuali perdite superiori a 5 miliardi di franchi. 

La Confederazione e UBS hanno firmato il contratto di garanzia a copertura delle perdite in relazione all’acquisizione di Credit Suisse (CS) da parte del leader bancario elvetico. Lo ha comunicato venerdì il Consiglio federale. Si tratta di un ulteriore passo in vista del completamento del matrimonio forzato fra i due giganti della piazza finanziaria elvetica, che probabilmente verrà ultimato lunedì prossimo. 

Con l’acquisizione di CS, recita un comunicato governativo, UBS riprende anche un portafoglio di attivi che non rientra nella sua attività principale e non corrisponde al profilo aziendale e di rischio. Per questo motivo, lo scorso 19 marzo Berna si è dichiarata disposta a farsi carico di una parte delle perdite che potrebbero derivare dalla realizzazione di tali attivi. 

In caso di perdite, l’istituto guidato da Sergio Ermotti assumerà come noto i primi 5 miliardi di franchi e la Confederazione si farà carico dell’importo eccedente tale cifra, per un massimo di 9 miliardi. Il calcolo di queste si basa sul valore netto e tiene quindi anche conto di eventuali utili dalla realizzazione del portafoglio. 

+ L”acquisto di Credit Suisse frutterà 35 miliardi di dollari a UBS

Secondo quanto fatto sapere di recente da UBS, l’operazione sarà completata al più presto il 12 giugno. L’acquisizione è stata necessaria per evitare un fallimento o un risanamento di Credit Suisse con gravi conseguenze per l’economia svizzera e la stabilità finanziaria internazionale, ricorda l’Esecutivo. 

Attività azionarie di CS in Cina potrebbero essere vendute 

Intanto l’agenzia stampa Reuters ha rivelato, citando “persone informate”, che un’attività di negoziazione di azioni che CS gestisce in Cina potrebbe essere venduta in quanto UBS dispone già di una licenza analoga nel Paese asiatico. 

In passato l’istituto statunitense Citigroup aveva manifestato interesse per l’acquisto del comparto in questione, per poi rinunciare in seguito.  

Lo scorso anno CS, che in Cina agisce attraverso la joint venture cinese “Credit Suisse Securities”,di cui attualmente controlla il 51%, aveva accettato di rilevare la quota del suo partner, Founder Securities: l’approvazione delle autorità cinesi è tuttavia ancora in sospeso. Contattate da Reuters, né UBS né CS hanno voluto commentare la notizia. 

Attualità

Naufragio del 17 giugno 2023 al largo della Calabria.

Altri sviluppi

Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore

Questo contenuto è stato pubblicato al Le tragedie hanno causato la morte di almeno 16 persone. Un numero molto approssimativo perché - stando alle testimonianze - i dispersi sarebbero decine.

Di più Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore
soldati svizzeri

Altri sviluppi

Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo la Commissione delle finanze, anche quella della politica di sicurezza del Nazionale è a favore di un aumento di ulteriori 4 miliardi di franchi per il periodo 2025-2028.

Di più Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero
Siringhe

Altri sviluppi

Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria

Questo contenuto è stato pubblicato al Lo rende noto l'Ufficio federale della sanità pubblica precisando che a partire dal mese di luglio 2024, le assicurazioni malattia copriranno le spese solo alle persone a cui l'immunizzazione verrà raccomandata.

Di più Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria
Una filiale di Meletronics.

Altri sviluppi

Migros taglia 415 posti e vende Melectronics

Questo contenuto è stato pubblicato al Migros sopprime altri 415 posti di lavoro. I tagli fanno parte della ristrutturazione del Gruppo Migros annunciata a inizio di febbraio, che prevede la soppressione di quasi 1'500 impieghi su un organico complessivo di circa 100'000 dipendenti.

Di più Migros taglia 415 posti e vende Melectronics
Irène Jacob.

Altri sviluppi

L’attrice Irène Jacob sarà premiata al Festival di Locarno

Questo contenuto è stato pubblicato al Il premio le verrà consegnato venerdì 9 agosto in Piazza Grande quando verrà proiettato il film "Trois couleurs: Rouge" del regista polacco Krzysztof Kieślowski.

Di più L’attrice Irène Jacob sarà premiata al Festival di Locarno
Quattro ragazzi danno calci a un ragatto in terra.

Altri sviluppi

Aumenta il numero di minorenni condannati

Questo contenuto è stato pubblicato al Aumenta in Svizzera il numero di condanne a carico di minorenni. Nel 2023 ne sono state pronunciate 23'080, ossia l'11% in più rispetto all'anno precedente.

Di più Aumenta il numero di minorenni condannati
Laboratorio chimico.

Altri sviluppi

Svizzera competitiva grazie all’efficienza delle sue aziende

Questo contenuto è stato pubblicato al La Svizzera si colloca al secondo posto nella classifica dell'istituto IMD di Losanna sulla competitività mondiale 2024 grazie alla sua performance economica e all'efficienza delle sue aziende.

Di più Svizzera competitiva grazie all’efficienza delle sue aziende
Una zecca.

Altri sviluppi

Cambia il clima, arrivano le zecche. Ecco come difendersi

Questo contenuto è stato pubblicato al La zecca può trasmettere due malattie, la borreliosi di Lyme e la meningoencefalite. Dall’ufficio del medico cantonale ticinese arrivano consigli per difendersi.

Di più Cambia il clima, arrivano le zecche. Ecco come difendersi

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR