Aviazione regionale La compagnia bernese SkyWork ha smesso di volare


Un nuovo duro colpo per l'aviazione regionale svizzera si è consumato nelle ultime 24 ore a Berna. La SkyWork Airlines ha infatti cessato mercoledì sera tutte le sue attività che si concentravano soprattutto sull'aeroporto bernese.

La compagnia, oberata dai debiti, ha reso noto di aver restituito la licenza d'esercizio all'Ufficio federale dell'aviazione civile dopo il fallimento delle trattative con un potenziale partner. Sulla vicenda, ha sottolineato sempre SkyWork, sarà coinvolto il giudice dei fallimenti della capitale.

La notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno, anche perché solo alcuni giorni fa erano iniziate le vendite dei biglietti per il nuovo collegamento Lugano-Ginevra, su cui puntava molto lo scalo ticinese che da anni si dibatte in difficoltà finanziarie.


A farne le spese sono un centinaio di impiegati e undicimila passeggeri che hanno acquistato i biglietti per i voli di aerei che non decolleranno più.

La compagnia, fondata nel 1983 come scuola di volo, disponeva di sei aerei Saab 2000 e operava su 22 tratte europee.

Nella notte la direzione dello scalo di Berna ha fatto sapere che la sua sopravvivenza non è minacciata dalla partenza di SkyWork. Sono infatti in corso trattative per riattivare i voli soppressi con altre compagnie.


 

Parole chiave