Navigation

Anomalia a un reattore su un A330 della Swiss

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2018 - 14:09
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 31.3.2018)

Brutta avventura a lieto fine per un Airbus A330 della Swiss partito ieri da Zurigo in direzione di New York. Il velivolo ha dovuto invertire la marcia a causa di un'anomalia manifestatasi ad un reattore.

Il velivolo con a bordo 232 persone ha però dovuto rimanere in volo per cinque ore per consumare del carburante poiché l’aereo a pieno carico era troppo pesante per poter atterrare senza rischi.

Secondo il sito dell'aeroporto, l'aereo era decollato da Zurigo-Kloten poco dopo le 21.00 con circa quattro ore di ritardo. Ha volato in tondo per diverse ore, dapprima nei cieli del sud della Germania, poi in quelli del canton Argovia, e infine non lontano da Monaco, prima di rientrare dalla base di partenza intorno alle 2.

L'aeroporto internazionale di Zurigo ha accordato al volo LX18 un'autorizzazione speciale per poter atterrare al di fuori degli orari prestabiliti, che dal 2010 prevedono un divieto generale di volo tra le 23.00 e le 06.00.

Le 232 persone a bordo - 220 passeggeri e 12 membri dell'equipaggio - non hanno corso alcun pericolo, hanno fatto sapere dal vettore del gruppo Lufthansa.

Incidenti di questo tipo si verificano "molto di rado" agli aerei di Swiss, ha riferito sempre la compagnia elvetica che dispone di una flotta di 90 aerei ed effettua oltre 400 voli al giorno. Annualmente trasporta 17 milioni di passeggeri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.