Navigation

A San Pietroburgo è stato un kamikaze

Contenuto esterno

Le autorità russe hanno comunicato martedì che a fare esplodere la bomba nella metropolitana di San Pietroburgo è stato un kamikaze. Nell’attentato 14 persone hanno perso la vita e 49 sono rimaste ferite.

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2017 - 13:46
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 4.4.2017)

Si sospetta che l’attentatore sia un 22enne di origine kirghisa. I suoi resti sarebbero stati ritrovati nel vagone della metropolitana. Il giovane aveva legami coi “miliziani siriani”, stando a quanto rivelato all’agenzia stampa russa Tass da una fonte vicina alle indagini.

L’ultimo bilancio dell’attentato di lunedì, che non è stato rivendicato, fa stato di 14 morti e 49 feriti.

Martedì alcune stazioni della metropolitana sono state nuovamente chiusa per un allarme bomba.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.