Navigation

Camion-bomba ad Aleppo, decine di morti

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 15 aprile 2017 - 22:34
tvsvizzera/spal con RSI (TG del

Almeno settanta persone sono rimaste uccise da un’esplosione verificatasi a Rashidin, alla periferia occidentale di Aleppo controllata dalle milizie ribelli.

La deflagrazione, provocata da un kamikaze alla guida di un camion imbottito di esplosivo, è avvenuta nel corso di un’operazione di trasbordo di profughi, in maggioranza civili sciiti, fuggiti da località martoriate dagli scontri tra opposte fazioni siriane (soprattutto paesi assediati dagli insorti che combattono il regime di Bashar al-Assad).

Sul posto decine di bus e auto attendevano l’arrivo degli sfollati provenienti da due villaggi che dovevano unirsi agli altri profughi in base agli accordi raggiunti tra opposizione e regime.

Al momento non sono chiare la paternità e gli scopi di questo nuovo sanguinoso attentato di cui i contendenti si rimpallano la responsabilità.    

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.