Navigation

Dal centrodestra unito ai ministri del M5S

Ride bene chi ride ultimo, mette in guardia Luigi Di Maio che ieri sera ha presentato la sua squadra di governo fatta di "eccellenze che ci metteranno testa e cuore". Sempre ieri, i leader della coalizione di centrodestra si sono trovati a Roma per l'unico evento comune della campagna elettorale. Oggi tocca al Pd.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2018 - 08:09
tvsvizzera.it/ATS/fra con RSI
Contenuto esterno


"Qualcuno ci ha deriso per questa scelta, ma rideremo noi lunedì quando probabilmente gli italiani ci porteranno al 40%", avverte. E grazie all'ampio consenso elettorale che si aspetta dalle urne, conta di portare la sua squadra di tecnici, che avrà, precisa, una "testa politica", nelle stanze che contano. 

E Beppe Grillo rilancia, mantenendo sempre un low profile: "forse è finita l'epoca del Vaffa", dice e poi avverte: "fate veloce a fare un governo perché io sto impazzendo". Ma il candidato premier lo rassicura; "siamo in una nuova fase ma non è che rinneghiamo il passato". Tant'è che pure l'idea di anticipare la squadra "è nata nel 2014 da Gianroberto Casaleggio".

Centrodestra unito

Insieme sul palco a testimoniare che la coalizione di centrodestra italiana è unita. Alla fine, superando diverse resistenze, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Raffaele Fitto sono riusciti ieri a ritrovarsi tutti insieme per l'unico evento comune della campagna elettorale.

Al Tempio di Adriano (in pieno centro nella Capitale) davanti ad un muro di fotografi e telecamere, i quattro leader del centrodestra hanno messo da parte distinguo e differenze per lanciare, nel rush finale della campagna elettorale, un segnale di unità.

A rassicurare sulla tenuta della coalizione è l'ex capo del governo: "Al momento in cui saremo maggioranza vi garantiamo che la nostra lealtà sarà assoluta. Saremo una forza di aggressione rispetto a tutto quello che ha fatto la sinistra". Nell'attesa però ogni partito pensa al proprio consenso con iniziative assolutamente solitarie. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.