Navigation

Arrestato l'attentatore di New York

L'autore della sparatoria nella metropolitana di New York si è consegnato mercoledì alla polizia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 aprile 2022 - 13:35
tvsvizzera.it/mrj

Dopo una caccia all’uomo durata 30 ore, il 62enne afroamericano che ha provocato il ferimento di una ventina di persone, accusato di atto terroristico, è stato fermato dalla polizia senza opporre resistenza.

Non è per ora chiaro il motivo che ha spinto Frank James ad aprire il fuoco contro i passeggeri della metropolitana durante un orario di forte afflusso.

Contenuto esterno

Nei video che ha pubblicato su YouTube, però, si possono trovare degli indizi: decine di filmati in cui, con toni spesso violenti, parla del razzismo negli Stati Uniti, del nuovo sindaco di New York o dello stato dei servizi di salute mentale, ma anche della guerra in Ucraina e delle donne afroamericane. Nei filmati James racconta che i medici gli hanno diagnosticato il disturbo post-traumatico da stress e nell’ultimo, caricato l’11 aprile, ha detto: "Volevo vedere le persone morire davanti alla mia faccia".

L’uomo era già finito in manette parecchie volte in passato ed era stato ricoverato in diverse strutture per la salute mentale.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?