Navigation

Un unico lungo respiro per scendere a -113 metri

La romana Alessia Zecchini detiene diversi record mondiali di apnea. La Radiotelevisione svizzera l'ha incontrata a Lugano, dove si trovava per una conferenza sulla sicurezza in acqua.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2020 - 10:27

Giù, giù, giù fino a raggiungere -113 metri nelle acque di Roatan, in Honduras. È l'ultima impresa realizzata da Alessia Zecchini il 7 agosto del 2019 nelle acque di Roatan, in Honduras, che è valsa all'apneista romana il record mondiale di apnea subacquea in assetto costante in monopinna.

Il palmarès della 28enne è però molto più lungo e conta ben 16 titoli mondiali in varie specialità, tra mare e piscina, e ben 27 record del mondo.

Una passione, quella dell'apnea, che parte da lontano: "Inizia da quando ero molto piccola, grazie ai miei genitori che mi portavano spesso al mare. Negli ultimi due brevetti di nuoto ho scoperto questa disciplina e a 13 anni i miei genitori hanno trovato un corso federale e da lì non ho più smesso. Ho continuato ad allenarmi per realizzare i miei sogni".

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/mar con RSI (Il Quotidiano del 19.10.2020)


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.