Navigation

Aperto in Vaticano il processo al cardinale Becciu

È la prima volta che un cardinale viene giudicato da giudici laici Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved.

Si è aperto martedì mattina nella Sala polifunzionale dei Musei Vaticani, allestita per l'occasione ad Aula di Tribunale, il processo al cardinale Angelo Becciu e ad altri nove imputati - prelati, funzionari della Santa Sede e manager esterni - per la gestione dei fondi della Segreteria di Stato vaticana.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2021 - 13:14
tvsvizzera.it/mrj

Un processo che è scaturito dalle indagini sull'acquisto del palazzo di Sloane Avenue 60, a Londra, e allargatosi anche ad altre vicende.

Fra gli accusati figura anche lo svizzero René Brülhart, ex presidente dell'autorità antiriciclaggio del Vaticano.

Contenuto esterno

In discussione vi sono reati che, a vario titolo, vanno dal peculato alla truffa, dall'abuso d'ufficio all'appropriazione indebita, dalla corruzione all'estorsione.

La prima udienza dell'atteso processo, che per numero di di imputati e di ipotesi d'accusa è il più grande mai celebrato in Vaticano, sarà dedicata alle questioni procedurali e alla costituzione delle parti, tra cui quella della Segreteria di Stato come parte civile. Altra parte lesa è lo Ior, la banca vaticana. È la prima volta, inoltre, che un cardinale viene processato da giudici laici.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.