Navigation

Lauber: "Italia e Svizzera collaborano a meraviglia"

Il procuratore generale della Confederazione Michael Lauber ha incontrato a Roma il procuratore Antiterrorismo e Antimafia Franco Roberti per una visita di lavoro. Discussi i vari procedimenti che coinvolgono i due paesi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 maggio 2017 - 17:03
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Lauber e Roberti, hanno avuto uno scambio di vedute su vari procedimenti penali in corso nell'ambito della criminalità organizzata e del terrorismo. Inoltre, i due omologhi hanno discusso di questioni inerenti la collaborazione e la possibilità di intensificare lo scambio in materia di terrorismo e criminalità organizzata.

Antimafia e antiterrorismo, ha confermato Lauber, sono due ambiti in cui Svizzera e Italia, collaborano a meraviglia: "Nel 2015 abbiamo centralizzato e unito a Berna la lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo, ora gli scambi di informazioni sono più facili e più rapidi, questo facilita anche il coordinamento con l'Italia. È uno strumento in più che possiamo sfruttare."

Il Ministero pubblico della Confederazione conduce vari procedimenti penali nell’ambito della criminalità organizzata in relazione con l’Italia. La collaborazione con l'Italia permetterà di costituire gruppi inquirenti comuni nei singoli casi agevolerà notevolmente la collaborazione.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.