Navigation

Amore e furto: De Gregori canta Bob Dylan

Intervista al cantautore romano, che per il nuovo album ha adattato in italiano undici canzoni del Menestrello suo mentore

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2015 - 16:24

Si intitola 'De Gregori canta Bob Dylan - Amore e furto', il nuovo album di Francesco De Gregori in uscita oggi, venerdì. Il cantautore romano ha adattato in italiano e arrangiato 11 brani di Dylan, semplicemente "per poter cantare queste belle canzoni nella mia lingua".

"Ho solo tradotto", spiega De Gregori ai nostri microfoni, "e il compito del traduttore è essere fedele all'originale. Sono stato lontano dalla tentazione di mettere me stesso, di trasferire un mio mondo letterario e poetico nell'opera di un altro. È un lavoro che ho fatto con una certa umiltà".

Perché Bob Dylan è presto detto: "Avevo 14 o 15 anni quando ascoltai due dischi fondamentali, 'Highway 61' e 'Blonde on blonde'. Avevo già sentito Dylan voce e chitarra" in 'Blowin' in the wind', ma è con il Dylan elettrico "che mi si aprì una finestra incredibile sul mondo musicale."

La scelta dei brani è stata "di cuore e di suono", ovvero "per come sarebbero suonate in italiano". Ve n'è una, 'Desolation road', che De Gregori aveva già adattato quarant'anni fa "in maniera entusiastica ma non abbastanza fedele". Di fronte all'idea di metterla in questo disco, l'ha "riletta e sistemata". Alla prima traduzione aveva collaborato con Fabrizio De André, che l'aveva poi incisa per il suo album 'Canzoni'.

"Un disco così si fa una volta nella vita, e mi rende felice averlo fatto per Bob", risponde Francesco De Gregori, a chi gli chiede se in futuro renderà omaggio anche a Leonard Cohen, sua altra grande passione musicale.

Intanto, De Gregori prepara la tournée. Da marzo suonerà nei club e nei teatri, e in scaletta vorrebbe mettere tutte e undici le canzoni di questo 'Amore e furto'.

L'intervista è di Carlo Mandelli.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.