Navigation

Una vacanza (molto svizzera) da boscaiolo

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2018 - 20:30
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 3.8.2018)

Tra i vari modi per trascorrere le vacanze ce n'è uno molto svizzero che sta facendo scuola in Europa tra gli amanti della natura, desiderosi di esperienze nuove.

Si tratta del Progetto foresta di montagna (BergwaldprojektLink esterno) che propone, in alternativa alle classiche destinazioni turistiche, un soggiorno in altitudine ad occuparsi dei boschi. I vacanzieri-lavoratori, oltre ad occuparsi degli alberi, provvedono alla manutenzione dei sentieri e dei ripari valangari.

Nata dall'idea di una guardia forestale che nel 1987 ha organizzato i primi campi nei Grigioni, l'iniziativa ha ben presto attirato l'interesse di organizzazioni come WWF e Greenpeace, espandendosi in Germania, Spagna, Austria e persino in Ucraina.

In oltre 30 anni di attività l'associazione ha coinvolto oltre 55'000 volontari che a loro carico, per il servizio reso, hanno solo le spese di viaggio. Un'esperienza da boscaiolo sembra insomma più interessante (ed economica) che oziare in un'asolata spiaggia mediterranea.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.