La televisione svizzera per l’Italia

Alpinista svizzero muore sul Monte Bianco nel tentativo di prestare soccorso ad un gruppo in difficoltà

Il Monte Bianco
L'alpinista svizzero è morto sul versante francese del Monte Bianco Keystone / Alessandro Della Bella

Un cittadino svizzero di 62 anni è morto sul versante francese del Monte Bianco. Secondo l'agenzia italiana Ansa, sarebbe precipitato per 300 metri mentre cercava di aiutare un gruppo in difficoltà.

L’incidente è avvenuto intorno a mezzogiorno di domenica sull’Aiguille d’Argentière, una cima di 3.901 metri al confine con il Canton Vallese, nella Svizzera sud-occidentale. Tre cordate di due persone – quattro donne e due uomini – erano partite al mattino dal Rifugio Argentière (2.771 metri).

A più di 3.000 metri di altitudine, le due donne in coda al gruppo sono scivolate lungo il pendio innevato per circa 20 metri. Il 62enne svizzero ha immediatamente slegato la sua corda per aiutarle, ma è caduto e non è sopravvissuto all’incidente.

Le due donne, una tedesca di 31 anni e una svizzera di 46, sono rimaste leggermente ferite. Gli altri tre scalatori, provenienti da Perù, Sudafrica e Svizzera, sono rimasti illesi.

I dati del Club Alpino Svizzero relativi al 2022, pubblicati nel marzo 2023, mostrano che il numero di incidenti mortali in alta montagna è diminuito tra il 2021 e il 2022Collegamento esterno, passando da 131 a 109 morti; il 40% delle vittime erano di altri Paesi.

Attualità

gommone di migranti in mare

Altri sviluppi

I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per i soccorsi dei e delle migranti in mare si ricorre alle navi, ma perché esse possano operare c'è bisogno di monitorare le acque e per queste operazioni si ricorre ad aerei ai cui comandi ci sono piloti svizzeri.

Di più I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri
hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR