Navigation

Allarme annegamenti nella Svizzera italiana

Keystone / Alessandro Della Valle

Cinque annegamenti in dieci giorni in fiumi e laghi del Canton Ticino. Per Boris Donda (Acque Sicure) non sono cifre "normali".

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2021 - 21:18
tvsvizzera.it/spal

Le acque ticinesi da fine giugno ha già provocato la morte di quattro persone. Una è inoltre ancora data per dispersa. Numeri che preoccupano e che ancora un volta fungono da monito, perché laghi, fiumi e piscine sono sì una fonte di refrigerio, ma non vanno sottovalutati, perché possono diventare letali. Non a caso lo slogan della campagna di prevenzione di Acque Sicure recita "basta un attimo, la prudenza fa la differenza".

Contenuto esterno

Le cifre di queste ultime due settimane non hanno lasciato indifferente Boris Donda, presidente della Commissione della campagna di prevenzione: "Per noi non sono numeri normali, in 11 giorni abbiamo avuto questi cinque incidenti mortali, sono tanti. Questi numeri in determinati anni si hanno sull'arco di tutta la stagione".

Gli annegamenti, anche a livello nazionale (46 in totale nel 2020), riguardano soprattutto i più giovani: "Abbiamo una percentuale più alta dai 15 ai 29 anni e di sesso maschile".

Nei punti più pericolosi, come a Ponte Brolla (Locarnese), non si arriverà a vietare la balneazione per contrastare questo andazzo: "Non rientra nei nostri intenti. In due punti critici, come a Lavertezzo (Verzasca) e Ponte Brolla, sono presenti da 15 anni dei pattugliatori per informare i locali e i turisti delle particolarità dei luoghi.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.