Navigation

Afghanistan, dietrofront sul ritorno a scuola

Contenuto esterno

Oggi, mercoledì, sarebbe stato il giorno di ritorno a scuola per le ragazze afghane, dopo sei mesi di divieto, ma la loro gioia è durata poche ore.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 marzo 2022 - 13:38
tvasvizzera.it/mrj

Un mese fa il regime talebano aveva annunciato la riapertura delle scuole secondarie anche per le allieve a partire da oggi. Una ritrovata libertà che però è durata poche ore: il Governo ha fatto sapere di aver cambiato idea e molte bambine e ragazze sono tornate a casa in lacrime.

Alcune, però non hanno vissuto questa delusione poiché sin dall’inizio avevano deciso di non tornare dietro i banchi, troppo spaventate da cosa vi avrebbero trovato: ci sono stati in passato casi di intossicazione alimentare e attacchi kamikaze. Troppi pericoli, insomma, che non tutte si sono sentite di correre.

I talebani hanno comunicato che la popolazione femminile potrà frequentare le scuole solo fino alla prima media e non oltre. Una decisione che farà certamente discutere, visto che la comunità internazionale aveva posto l’educazione per tutti come condizione fondamentale per fornire gli aiuti al Paese e riconoscere il regime talebano.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?