Accademia reale svedese delle scienze Nobel dell'economia agli statunitensi Nordhaus e Romer


Il premio Nobel per l'economia è stato attribuito quest'anno ai due statunitensi William D. Nordhaus e Paul M. Romer.

Il primo, nato nel 1941 ad Albuquerque nel Nuovo Messico e docente all'Università di Yale, si è distinto per gli studi sull'effetto del cambiamento climatico sull'economia, il secondo per le ricerche sull'impatto degli studi sull'innovazione tecnologica nell'analisi macroeconomica. 

Consulente economico del presidente Jimmy Carter negli anni '70, William Nordhaus è coautore di un diffuso manuale di economia scritto con l'influente accademico Paul Samuelson, anch'egli vincitore del Nobel nel 1970. Paul Romer, vicepresidente della Banca Mondiale fino allo scorso giugno, è stato docente alla prestigiosa Università di Standford.

Le loro conclusioni, recita una nota dell'Accademia reale svedese delle scienze, "hanno considerevolmente esteso il campo dell'analisi economica, consentendo l'elaborazione di modelli che spiegano come l'economia di mercato interagisce con la natura e la conoscenza".  

Parole chiave