La televisione svizzera per l’Italia

Abusi nella Chiesa, i vescovi svizzeri ricevuti da Papa Francesco

La Santa Sede ha avviato un indagine sulle presunte coperture dell episcopato elvetico.
La Santa Sede ha avviato un'indagine sulle presunte coperture dell'episcopato elvetico. Copyright 2023 The Associated Press. All Rights Reserved

Papa Francesco ha ricevuto oggi in udienza monsignor Felix Gmür, vescovo di Basilea e presidente della Conferenza dei Vescovi svizzeri (CVS), e Joseph Maria Bonnemain, vescovo di Coira che gli hanno illustrato la strategia messa a punto per prevenire gli abusi sessuali commessi da religiosi.

Da parte sua la Santa Sede ha aperto un’indagine sulla Chiesa svizzera per presunte coperture di violenze da parte di alcuni vescovi. Ad indagare, per conto di Roma, è proprio il vescovo di Coira.

Riguardo all’incontro la CVS ha osservato che sono state presentate al Pontefice “le misure che i vescovi svizzeri desiderano adottare” per prevenire il fenomeno delle molestie. L’udienza, precisa una nota, “è stata positiva”.

+ Abusi nella Chiesa, oltre 900 vittime

Lo scandalo era scoppiato a settembre in seguito alla recente divulgazione di un rapporto redatto da storici e storiche dell’Università di Zurigo in cui è stata rivelata l’esistenza di almeno 1002 casi di abusi sessuali nella Chiesa svizzera, commessi per decenni, a partire dalla metà del secolo scorso, da oltre 500 sacerdoti o religiosi. Un fenomeno che sembra essere stato favorito da una “cultura del silenzio” in seno alla gerarchia ecclesiastica.

Quasi in contemporanea l’organo dei vescovi svizzeri, su mandato della Santa Sede, ha annunciato l’apertura di un’indagine preliminare, sotto la direzione del vescovo Joseph Bonnemain, che ha lo scopo di far luce sulle accuse di insabbiamento di abusi sessuali da parte della gerarchia della Chiesa cattolica svizzera.

Proprio la settimana scorsa Bergoglio aveva ricevuto in udienza privata in Vaticano il presidente della Confederazione Alain Berset. In quell’occasione Berset aveva dichiarato che il Consiglio federale si aspetta che la Chiesa cattolica conduca un’indagine rapida e approfondita e che in futuro adotti misure efficaci contro gli abusi.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR