Navigation

Una vita spesa nella difesa dei braccianti del Meridione

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2018 - 21:45
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 13.10.2018)

Il sindacalista italo-ivoriano Aboubakar Soumahoro, intervenuto a Lugano nell'ambito del Festival dei diritti, si è fatto conoscere in questi anni per le lotte contro lo sfruttamento dei braccianti, in particolare al sud, in prevalenza di origine straniera.

Spesso pagata la metà rispetto a quanto previsto dai contratti e in condizioni ai limiti della decenza, questa manodopera precaria e priva di diritti, in molti frangenti è oggetto di speculazione da parte di caporali e persino organizzazioni criminali.

All'interno di questo contesto la voce di Aboubakar Soumahoro si è progressivamente affermata e ora è uno dei leader sindacali più ascoltati. L'intervista del Tg prima della proiezione di "En guerre" di Stéphane Brisé

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.