Navigation

1 euro per entrare al museo

Ansa

Monumenti, musei e aree archeologiche aperti fino alle 24 di sabato, hanno permesso a turisti e cittadini di godersi il patrimonio culturale italiano e europeo

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2014 - 15:34

Le giornate europee del Patrimonio, alla loro trentunesima edizione (20 settembre 2014), hanno permesso di entrare nei principali musei, monumenti e aree archeologiche, per tutto il giorno e fino alle ore 24, al costo simbolico di 1 euro.
La manifestazione, ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea e coinvolge gli stati membri della Convenzione culturale europea. E' nata con l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini del nostro continente, alla ricchezza e alla diversità culturale.

"Sarà festa per la cultura italiana" ha commentato negli scorsi giorni il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini.

"Le giornate europee del patrimonio - ha aggiunto Franceschini - si svolgono quest'anno nel pieno del semestre italiano di presidenza Ue, a significare ancora di più la convinzione con la quale il nostro Paese aderisce al progetto europeo. Questa importante iniziativa, a cui hanno aderito con convinzione il Mibact e l'Anci, serve a far conoscere i musei statali e comunali ad un pubblico più vasto: non solo ai turisti, ma anche ai tanti cittadini che non sono mai entrati nei musei delle proprie città. Sabato sarà una bella giornata di festa per la cultura italiana".

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sitoLink esterno

MiBAC/Contenuti/Ministero/UfficioStampa/ComunicatiStampa/visualizza_asset.html_503880900.htmlLink esterno

Gobbs

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.