Navigation

"Il violino perfetto... è il prossimo"

Contenuto esterno

Parola di David Léonard Wiedmer, giovane liutaio svizzero dalla cui bottega lionese escono strumenti unici e ricercati.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 marzo 2022 - 09:17
Filippo Fiorini, RSI News

L'incontro con un vecchio liutaio di Martigny quando lui era solo un bambino, una certa inclinazione al perfezionismo e il coraggio di partire per l'estero, hanno fatto di David Léonard Wiedmer uno dei più giovani e promettenti costruttori di violini al mondo.

Svizzero di nascita, ma anche americano, inglese e francese per formazione, questo ragazzo di 32 anni si è aggiudicato i più prestigiosi premi del proprio settore, vincendo in un solo anno due medaglie d'oro e un argento alla competizione più prestigiosa, quella della Violin Society of AmericaLink esterno. Dal 2015, ha stabilito assieme a Léa Trombert un piccolo laboratorio a Lione ed ora produce strumenti che vanno dai 10 ai 25'000 euro ciascuno, con tempi di consegna che superano i due anni.

"Il mio segreto? - dice David - è cercare di costruire il violino perfetto, per il musicista che me l'ha chiesto e, quando l'ho finito, provare a fare di meglio con il prossimo". Per completarne uno intero, partendo da due assi di legno scelto, impiega circa due mesi.



I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?