Navigation

È svizzero il curatore più influente al mondo

Secondo 'Art Review', Hans Ulrich Obrist è l'uomo più potente dell'arte contemporanea; da 10 anni dirige le Serpentine Galleries a Londra

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 novembre 2016 - 18:08

Lo svizzero Hans Ulrich Obrist è in testa alla 'Power 100', la classifica dei più importanti attori dell'arte contemporanea stilata per il quindicesimo anno dalla rivista Art Review.

Nato a Zurigo, 48 anni, dirige da 10 la londinese Serpentine Galleries e si definisce infaticabile servitore: una sorta di impresario in continuo viaggio per il mondo per incontrare e scoprire i nuovi artisti e le ultime avanguardie.

Le Serpentine Galleries hanno sede in un'ex casa del tè nel cuore di Hyde Park. Nell'ultimo decennio, ha saputo scalare le gerarchie, proponendosi come un'alternativa dinamica, imprevedibile, aperta ad ogni disciplina, non solo artistica ma anche scientifica.

La stessa curiosità onnivora, urgenza creativa del suo direttore, Hans Ulrich Obrist.

L'intervista nel video sopra.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.