coronavirus in Ticino Morti in casa anziani, indagate tre persone

Anziani passeggiano in un parco durante l emergenza pandemica.
Keystone / Leandre Duggan

Delle morti sospette nelle case anziani del Bellinzonese si occuperà la magistratura penale.

La Procura ticinese ha infatti aperto un'inchiesta sulla gestione degli istituti sociali nel corso dell'emergenza pandemica in primavera.

In particolare saranno effettuati accertamenti sui circa 150 decessi avvenuti negli scorsi mesi per comprendere se siano collegati all'emergenza coronavirus e se siano almeno in parte riconducibili a negligenze da parte degli operatori sociosanitari.

Secondo le prime informazioni tre dipendenti della casa anziani di Sementina, dove sono morti una ventina di ospiti tra marzo e maggio, sono già stati sentiti dagli inquirenti e risultano indagati per omicidio colposo e infrazione alla legge federale sulle epidemie.

I magistrati si sono attivati in seguito alle segnalazioni di parenti di degenti morti per Covid-19 nelle strutture per la terza età.

Da parte sua la Commissione della gestione del parlamento cantonale ha sospeso gli approfondimenti sul caso, in attesa degli sviluppi dell'indagine penale.

In parlamento è infatti pendente la richiesta di istituzione di una commissione d'inchiesta presentata dal Movimento per il socialismo.

Parole chiave