Coronavirus e bambini Malattia di Kawasaki legata al SARS-CoV-2?

Pare esserci un legame tra il virus SARS-CoV-2 e la Malattia di Kawasaki, una patologia che colpisce i bambini e può provocare l'infiammazione delle arterie del cuore. Benché a svilupparla siano pochi bimbi e la malattia risponda bene alle terapie, l'informazione è stata precauzionalmente diffusa nella comunità scientifica e fra i pediatri di famiglia. Uno studio è in fase di sottomissione a un'autorevole rivista internazionale.

Apparecchio per misurare la pressione posato accanto a un orsetto di peluche in ambiente ospedaliero.

Immagine d'archivio.

© Keystone / Gaetan Bally

A fare luce su questo collegamento sono stati i medici dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, il cui dipartimento di Pediatria ha registrato in un mese un numero di casi della malattia -detta anche Sindrome muco-cutanea dei linfonodi- pari a quello degli ultimi tre anni.

Per la casistica degli ultimi due mesi, affermano, ci sono "chiare prove" che confermano che il responsabile è il nuovo coronavirus. Non solo: si è appurato che questi pazienti hanno delle forme più severe della sindrome, che coinvolgono l'apparato circolatorio e talora necessitano di cure intensive.

Segnalazioni sono giunte anche da Francia, Belgio e Stati Uniti, riferisce la RSI.

Gli esperti precisano che soltanto una piccola minoranza di bambini infettati dal SARS-CoV-2 sviluppa la Malattia di Kawasaki, meno dell'1%. Tuttavia, avvertono, in previsione delle imminenti aperture "è importante tenere presente tutte le conseguenze che questo virus insidioso può causare, sia nella fascia di età adulta che in quella pediatrica".

Che i bambini siano protetti dallo sviluppare forme gravi di Covid-19, come le severe polmoniti che possono colpire gli adulti, non è in discussione. Si osserva però, spiega il direttore della Pediatria dell'ASST Papa Giovanni XXIII Lorenzo D'Antiga, "che questo virus può causare anche altre patologie, attivando il sistema immunitario dell'ospite e inducendo una risposta infiammatoria che può interessare qualsiasi organo, anche a distanza di tempo dall'infezione".
 

I sintomi tipici della sindrome dei linfonodi sono febbre elevata persistente, un'eruzione cutanea, alterazioni delle mucose. La complicanza più temibile è appunto l'infiammazione delle arterie del cuore.

La malattia risponde comunque molto bene alla terapia, e con il trattamento appropriato e somministrato in tempi rapidi praticamente tutti i bambini guariscono.

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

La Malattia di Kawasaki è stata scoperta circa cinquant'anni fa, ma la causa rimane ignota. Si pensa che sia causata da un agente infettivo che induce una risposta infiammatoria in bambini predisposti. In passato, alcuni coronavirus sono stati considerati come probabili induttori della patologia.

Fine della finestrella

 

Parole chiave