Navigation

Copertura del volto in pubblico: il divieto arriva dal Ticino

Il Cantone italiano è il primo in Svizzera a voler proibire la copertura integrale del volto nei luoghi pubblici. Si attende il nullaosta del Parlamento a Berna.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 novembre 2014 - 21:53

Il Canton Ticino aveva deciso in votazione popolare di vietare la dissimulazione del viso nei luoghi pubblici. Ora, da Berna, arriva la notizia tale divieto è compatibile con il diritto svizzero. Il Consiglio federale ha infatti dato la propria approvazione alla modifica costituzionale decisa dal cantone a Sud delle Alpi, quello italofono.

Un primo "ostacolo" è stato quindi superato; ora tocca alle camere federali, il Parlamento, esprimersi sulla scelta ticinese.

E ai blocchi di partenza c'è anche un comitato che intende estendere a livello nazionale il divieto della copertura integrale del viso. Il testo dell'iniziativa è già pronto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.