Consultazioni al Quirinale Italia, nessuna intesa per un nuovo governo

Primo piano di Sergio Mattarella durante la conferenza stampa dopo il primo giro di consultazioni

Il presidente Mattarella concede (e si prende) altro tempo.

Keystone

In Italia, si conferma la situazione di stallo che impedisce la formazione di una maggioranza di governo. Sergio Mattarella ha annunciato giovedì un nuovo ciclo di consultazioni per la prossima settimana.

La prima tornata di incontri tra il presidente della Repubblica e i rappresentanti delle principali forze politiche del Paese si è conclusa nel tardo pomeriggio. La possibilità di formare un nuovo esecutivo non è emersa.

"Farò trascorrere qualche giorno di riflessione", ha detto Mattarella, riferendo che l'esigenza di maggior tempo è stata espressa da più parti e che il rinvio alla prossima settimana sarà utile a lui stesso per analizzare quanto sentito.

Intanto, i partiti potranno "valutare responsabilmente la situazione, le convergenze programmatiche, le possibili soluzioni per dare vita a un governo".

Dopo le consultazioni al Quirinale, il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Mario è tornato a proporre un contratto di governo sul modello tedesco: "Si può sottoscrivere o con la Lega o con il Partito democratico. È chiaro che sono due soluzioni alternative".

"Abbiamo ottenuto 11 milioni di voti su una posizione ben precisa che abbiamo ribadito al Presidente anche sulla politica estera", ha precisato Di Maio.

"Con noi al governo l'Italia resterà alleata dell'Occidente nel Patto atlantico, nell'Unione europea e monetaria".

Parole chiave