Navigation

Niente scuola a Ginevra per i figli dei frontalieri

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2019 - 19:03
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 21.6.2019)

La giustizia ginevrina ha ritenuto legittimo il contestato regolamento del governo locale sulla scolarizzazione degli allievi domiciliati in Francia che pone alcune barriere al loro accesso alle scuole cantonali.

In sintesi, per poter essere iscritti i bambini frontalieri devono ora aver iniziato il percorso scolastico nel cantone o avere un fratello o una sorella che studia a Ginevra. In precedenza  gli alunni francesi venivano accettati in funzione della disponibilità di posti delle scuole del Cantone.

Contro le nuove disposizioni emanate dal Consiglio di Stato alcune famiglie hanno inoltrato ricorso. Opposizione che però è stata rigettato dalla Camera amministrativa della Corte di Giustizia della città sul Lemano, per la quale il regolamento sull'insegnamento primario non viola la Costituzione cantonale e quella federale e poggia su sufficienti basi legali.

Per i giudici i figli di frontalieri non vantano un diritto a essere istruiti a Ginevra in virtù dell'Accordo di libera circolazione Svizzera-Ue e per questo motivo non è individuabile alcuna discriminazione.

Da parte sua il legale di numerosi ricorrenti, Romain Jordan, si è detto sorpreso dalle modalità di comunicazione - è stata diffusa una nota ai media prima della trasmissione della sentenza alle famiglie – e ha annunciato il probabile coinvolgimento del Tribunale federale su questa vicenda. 

Per l'anno scolastico 2019-20, riferiscono i media locali, alle autorità ginevrine sono pervenute 257 richieste di ammissione di bambini che risiedono fuori dal cantone, di cui ne sono stati accettate solo 73. Diversi di loro sono figli di genitori svizzeri residenti oltre confine per le difficoltà incontrate nel trovare un alloggio a Ginevra.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.