Comune in crisi Campione d'Italia, segnali positivi da Roma

La nomina di un commissario straordinario e la creazione di un piano di gestione sostenibile per il casinò. Sarebbero queste le intenzioni di Roma per il futuro di Campione di Italia, in crisi per il fallimento della casa da gioco, linfa vitale per le casse pubbliche. 


Sembra aver avuto dei risultati il viaggio a Roma della delegazione del comune di Campione d'Italia e dei rappresentanti sindacali del Casinò. 

Accompagnati dal prefetto Giorgio Zanzi, commissario responsabile dell'amministrazione del comune dopo le dimissioni del sindaco Salmoiraghi, hanno incontrato i sottosegretari del ministero degli interni. 

Salvare casa da gioco e, di conseguenza, il comune potrebbe essere possibile e Roma ha promesso di intervenire tramite la nomina di un commissario straordinario e la creazione di un piano di gestione sostenibile del casinò, che sarebbe ridimensionato. 

Sulle tempistiche di un tale intervento, però, non è stata data nessuna indicazione, ma potrebbe essere iscritto in dicembre nella legge di stabilità, o in concomitanza con quest'ultima.


Parole chiave