Navigation

Niente più autobus per la Malpensa, conferma Berna

Le linee di autobus che collegano Bellinzona e Lugano all'aeroporto di Malpensa saranno soppresse alla fine del 2017.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2017 - 15:07
tvsvizzera.it/mar
Un autobus in partenza dalla stazione di Lugano per l'aeroporto della Malpensa, in un'immagine d'archivio. Il servizio era stato lanciato nel 2005. Keystone

Il governo svizzero ha confermato giovedì che le concessioni per le linee di autobus da Bellinzona e da Lugano per la Malpensa non saranno rinnovate.

Rispondendo a un’interpellanzaLink esterno del parlamentare federale della Lega dei Ticinesi Lorenzo Quadri, che si interrogava sulla fondatezza di una decisione che “priva l’utenza di un servizio pubblico apprezzato, il governo ha sottolineato che queste linee non possono essere mantenute poiché fanno concorrenza alla ferrovia, nella quale il cantone Ticino e la Confederazione hanno investito ingenti mezzi.

La decisione dell’Ufficio federale dei trasporti – scrive il governo – “si basa sulle pertinenti prescrizioni di legge […]. Secondo i requisiti per il rilascio di un'autorizzazione, quest'ultima può essere respinta nel caso in cui il servizio in questione pregiudichi seriamente l'esistenza di un analogo servizio pubblico, come nel caso di una o più offerte di trasporto coperte da contratti per servizi pubblici”.

A partire dal cambio di orario 2017 “i treni della S50 viaggeranno ogni ora da Bellinzona all’aeroporto della Malpensa via Lugano-Mendrisio-Varese”.

La decisione di limitare i trasporti con autobus vale comunque solamente per le offerte parallele alla tratta ferroviaria, viene ancora sottolineato sottolineato. "In linea di principio non è escluso che le imprese di linee autobus possano offrire altri collegamenti."

Nella sua risposta, il Consiglio federale si dice infine "convinto che la nuova offerta su rotaia migliorerà in generale, e in particolar modo per i turisti, i collegamenti fra il Ticino e l'aeroporto della Malpensa".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.