Navigation

Centomila franchi di ricompensa per il delitto di Rupperswil

Appello degli inquirenti alla popolazione per svelare autori e movente del quadruplice omicidio

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2016 - 21:37

A due mesi dal quadruplo omicidio di Rupperswil (canton Argovia), il più grave fatto di sangue degli ultimi decenni in Svizzera gli inquirenti, come si suol dire, brancolano ancora nel buio. Per questo motivo è stata promessa una ricompensa record di 100'000 alle persone che sapranno fornire informazioni utili alle indagini.

L'appello plurilingue lanciato dalle autorità è stato deciso poiché dalle 250 segnalazioni, 100 interrogatori e dalle immagini delle telecamere non è stato individuato né un indiziato, né un movente convincente del delitto. Nella casa andata in fiamme a causa di un incendio doloso i pompieri lo scorso 21 dicembre rinvenirono i cadaveri di 4 persone legate e trucidate. L'unica cosa in mano agli inquirenti sono le tracce di dna dei colpevoli, ai quali però finora non è stato dato ancora un volto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.