Navigation

Cavalcavia, statale 36 riaperta

Le immagini del crollo del viadotto, costato la vita ad una persona ansa

La tratta chiusa per 3 giorni a seguito del crollo di un viadotto è stata riaperta al traffico in entrambe le direzioni lunedì sera

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2016 - 21:32

La strada statale 36, rimasta chiusa per tre giorni dopo il crollo di un cavalcavia venerdì scorso, è stata riaperta alla circolazione in corrispondenza del chilometro 41, lunedì sera, in entrambe le direzioni, poco dopo le 19.

Lo ha reso noto l'ANAS. Tecnici specializzati hanno concluso la rimozione delle macerie lungo il tratto stradale sul quale si era abbattuto il cavalcavia - a causa del peso eccessivo di un automezzo - causando la morte di un conducente e il ferimento di altre 4 persone.

I tre giorni di blocco avevano prodotto seri disagi per la circolazione. La statale rappresenta infatti una delle più importanti arterie di collegamento fra le province di Lecco, Sondrio, Bergamo, Monza e Brianza, fino a Milano.

Proseguono intanto gli accertamenti legati all'inchiesta che sul crollo è stata avviata intorno alle ipotesi di omididio e lesioni colpose, oltre che di disastro colposo.

Red.MM/ARi

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.