Bollywood ma non solo Ticino, ciak si gira

Di Massimo e Lorenzo Cappon, Falò RSI

Il cantone Ticino sta diventando una location sempre più interessante per la produzione cinematografica internazionale, in particolare quella indiana. L'approfondimento della trasmissione Falò.


È nata quattro anni fa la Ticino Film Commission, l’ente che si propone di incentivare la scelta del Ticino come location di produzioni cinematografiche e televisive. 

La sua attività principale è quella di affiancare la produzione risolvendo tutti i problemi logistici: dalla scelta della location ai permessi di polizia, all'alloggio per la troupe, le potenzialità del cantone e lo scenario internazionale. 

Sono oltre 130 i film che si sono ispirati a luoghi ticinesi e ultimamente il cantone è stato scoperto anche dalle produzioni indiane di Bollywood. In media vengono girate 25 produzioni audiovisive ogni anno, con un indotto economico stimato in 5 milioni di franchi, per oltre 200 posti di lavoro. 

Falò ha visitato alcuni set al lavoro per capire il segreto di tanto interesse, come si cerca una location cinematografica e quali le potenzialità economiche e di immagine che è possibile sviluppare.

Parole chiave