Navigation

Legge anti-burqa, solo sei multe in Ticino

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2017 - 19:43
tvsvizzera/spal con RSI (Quotidiano del 6.2.2017)

In sei mesi di applicazione in Ticino delle nuove norme contro la dissimulazione del volto in luoghi pubblici sono solo sei le violazioni che sono state denunciate alle autorità cantonali.

In una decina di casi si è proceduto invece con il semplice ammonimento, senza verbale di polizia. Spesso infatti le donne straniere con niqab o indumenti analoghi erano all’oscuro delle disposizioni cantonali e si sono prontamente adeguate alle indicazioni ricevute. Non si segnalano per contro infrazioni da parte di hooligan per i quali vigono le medesime norme.

Le cifre, rese note dal Dipartimento ticinese delle istituzioni (interni), attestano la buona collaborazione tra autorità e settore turistico che temeva la fuga di ospiti benestanti provenienti dai paesi arabi. Su circa 40'000 cittadini mediorientali che hanno visitato il cantone il numero di sanzioni sono quindi state quasi irrisorie.

La legge ticinese, che è entrata in vigore in luglio dopo che era stata approvata alle urne nel 2013 un’iniziativa popolare, prevede multe fino ai 10'000 franchi per i contravventori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.