Navigation

Il procuratore generale elvetico contrattacca

Michael Lauber reagisce alle polemiche sul caso FIFA: il procuratore generale ha depositato una richiesta contro l'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione presso la Commissione della gestione del Parlamento.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2019 - 13:07
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Il presidente della sottocommissione competente, il consigliere agli Stati Hans Stöckli ha confermato venerdì sera informazioni in proposito apparse sulle pubblicazioni Tamedia. Lauber ha fatto tale richiesta "più di un mese fa", ha aggiunto il parlamentare senza tuttavia esprimersi sui dettagli del contenuto.

L'Autorità di vigilanza ha annunciato venerdì l'apertura di un'inchiesta disciplinare contro il procuratore. Lo scopo è quello di chiarire se vi siano state violazioni da parte sua nell'ambito del caso FIFA e in particolare nel corso di tre incontri avvenuti col presidente della federazione internazionale Gianni Infantino. 

Subito dopo l'annuncio dell'apertura dell'inchiesta, Lauber si è detto scosso e deluso, ma ha anche sottolineato di aver sempre detto la verità e di essere intenzionato a ripresentarsi per un nuovo mandato. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.