Atteso summit intercoreano Viaggio tra le due Coree

Il terzo summit intercoreano si terrà il 27 aprile alla Peace House del villaggio di confine di Panmunjom dove il presidente Moon Jae-in e il leader Kim Jong-un si ritroveranno per avviare il processo di pace e gettare le basi per la denuclearizzazione della penisola. Reportage dalla zona demilitarizzata.


Nel "2018 South-North summit", come è stato definito in una nota per caratterizzarlo da quelli del 2000 e del 2007, "il tema della denuclearizzazione è stato discusso come il più importante in agenda. Continueremo a premere", ha notato il ministro dell'Unificazione Cho Myoung-gyon, a capo della delegazione di Seul, aggiungendo che gli argomenti del vertice non sono stati ancora definiti e che i colloqui avuti sono stati "franchi e ad ampio raggio". Per il capo della delegazione nordcoreana Ri Son-gwon, invece, "tutto quello che la nostra gente vuole è in agenda".

La Peace House, in territorio sudcoreano, farà in modo che Kim sarà il primo leader in tre generazioni a mettere piede al Sud dalla fine della Guerra di Corea.

Svolta nordcoreana

Proprio oggi, la Corea del Nord ha annunciato che fermerà i test nucleari e missilistici a partire dal 21 aprile. Kim avrebbe deciso di aprire una nuova fase per il suo Paese impegnandosi per la completa denuclearizzazione e concentrandosi d'ora in avanti solo sulla crescita economica.

L'obiettivo principale indicato al suo stato maggiore, dunque, sarebbe quello di puntare a una normalizzazione dei rapporti con gli altri Paesi per ottenere il pieno riconoscimento da parte della comunità internazionale, cogliendo quella che avrebbe definito "una opportunità storica". 



Parole chiave