Navigation

Trump insiste: bisogna armare gli insegnanti

Dallas, 4 maggio 2018: "Con me presidente, nessuno toccherà il 2° Emendamento" Keystone

Il presidente statunitense Donald Trump ha rievocato venerdì l'idea di addestrare al tiro e armare gli insegnanti. All'assemblea della National Rifle Association, ha inoltre assicurato che proteggerà il diritto di possedere armi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 maggio 2018 - 16:15
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 05.05.2018)

Di fronte alla lobby americana delle armi, Trump ha citato la strage nel liceo di Parkland, in Florida. Lo ha fatto sì per rilanciare la proposta di rafforzare i controlli sul passato di chi acquista armi, ma soprattutto per insistere sulla necessità di avere un maggior numero di "buoni" armati, come insegnanti di scuola e guardie.

Del resto, "se mettessimo fuori legge le armi come alcuni vorrebbero dovremmo mettere fuori legge tutti i camion, tutti i furgoni, che sono le nuove armi dei terroristi", ha spiegato fra gli applausi del pubblico.

Pubblico al quale aveva appena promesso: "con me presidente" non avete nulla da temere, nessuno toccherà "i diritti del Secondo Emendamento". E al quale non ha parlato di aumento dell'età minima per comprare fucili e pistole.

Contenuto esterno

La convention di Dallas ha anche offerto a Donald Trump l'occasione per parlare di Russiagate ("una caccia alle streghe, una vergogna") ed economia, con il calo della disoccupazione al 3,9%, ovvero ai minimi da dicembre 2000.

"Sono fra i risultati migliori di sempre", ha detto il presidente USA, sottintendendo che il mercato del lavoro migliora grazie alle sue politiche e in particolare alla riforma fiscale da 1'500 miliardi di dollari, che favorisce gli investimenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.