Navigation

Anziani picchiati, insultati e derubati in una casa di riposo a Prato

Le immagini dei maltrattamenti degli infermieri riprese di nascosto dalla polizia

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 luglio 2015 - 16:15

Nove infermieri e operatori sanitari sospesi e 17 persone indagate per maltrattamenti in una casa di riposo alla periferia di Prato nell'ambito di un'inchiesta partita un anno fa da una segnalazione anonima che ha portato al blitz della polizia scattato all'alba. Nelle immagini riprese dalle telecamere nascoste piazzate dagli inquirenti alla residenza sanitaria assistenziale Rsa di Narnali si vedono operatori strattonare e schiaffeggiare corpi gracili e ossuti di anziani, alcuni dei quali affetti da Alzheimer.

I degenti vengono insultati e addirittura un sanitario apre un cassetto e si appropria di alcune banconote. Atteggiamenti definiti deprecabili dagli investigatori. La locale ASL, cui fa capo la struttura sanitaria, ha chiesto scusa per questi fatti e ha prestato piena collaborazione alla polizia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.