Altro che luminarie Premiato il comune che si fa sempre più buio

Primissimo piano di un lampione a lanterna; sulla sx palo flebilmente illuminato

Oltre a diminuire il numero di lampioni e regolarne l'accensione, è importante intervenire sulla temperatura: una luce più calda è meno molesta per gli animali

RSI-SWI

Mentre molte città installano e accendono le luminarie, in vista del periodo natalizio, c'è un comune nel canton Grigioni che si fa sempre più buio. E per questo è stato anche premiato.

A Fläsch, nel giro di quattro anni, l'illuminazione notturna è diminuita drasticamente. Una misura presa per il bene degli animali, che negli scorsi giorni ha ricevuto il plauso di Pro Natura e il premio in denaroLink esterno della Fondazione Beugger.


Oltre a intervenire sul numero di punti luce e sull'accensione dei lampioni, che dopo le 23 si attivano soltanto in presenza di movimento, il villaggioLink esterno ha fatto modificare anche la cosiddetta temperatura dell'illuminazione.

"La luce blu è quella che dà più fastidio agli animali notturni, questo lo provano diversi studi", spiega il progettista Roland Bodenmann. "Rendendo la luce più calda, l'effetto che disturba gli insetti e distrae i pipistrelli diminuisce immediatamente".

Anche molti abitanti, la trovano più gradevole. Intanto risparmiano sul consumo di energia, e si godono il cielo in armonia con la natura.

Parole chiave