A terra da martedì per controlli Riprendono il volo i nuovi Airbus A220 di Swiss

La compagnia aerea elvetica Swiss rimette in servizio tutti i 29 aerei Airbus A200 bloccati martedì a terra per controlli ai motori a causa di possibili anomalie. Le verifiche hanno permesso di stabilire che i propulsori sono in perfette condizioni. L'inconveniente di utilizzare aerei nuovi.

L Airbus A220-100 di Swiss incriminato. Dopo le verifiche i motori sarebbero in perfetto stato.

L'Airbus A220-100 di Swiss fotografato all'aeroporto di Zurigo Kloten

© Keystone / Gaetan Bally

Martedì Swiss aveva deciso di sottoporre ad esame i propulsori di tutta la flotta C Series, i nuovi velivoli prodotti dalla canadese Bombardier che dal luglio 2018 sono commercializzati da Airbus con il nome di A220. L'aviolinea elvetica ha in servizio i CS100 e i CS300 (che chiama ancora così): entrambi i modelli sono dotati di reattori forniti dall'americana Pratt & Whitney.

Meno impatto sull'ambiente

Questi motori - insieme ad altre caratteristiche - fanno dell'A220 un velivolo che consuma di meno e con minore impatto ambientale. Ma si sono verificati in più casi problemi. 

Come racconta Hansjörg Büri, specialista di aviazione civile, "una scelta simile ha effettivamente dei rischi, ma questo aereo è estremamente efficiente. Consuma meno ed è più silenzioso: elementi che riducono i costi e l'impatto ambientale. È un rischio che si corre. L'alternativa è volare con aerei che non hanno dei difetti di costruzione, ma che soffrono di vecchiaia." 

Impatto sulla clientela

La decisione di Swiss ha avuto un impatto notevole per i passeggeri, visto che circa la metà della flotta europea si è trovata a terra. Martedì sono stati annullati 73 voli, con circa 7000 persone interessate. Mercoledì i voli soppressi sono stati 32: avrebbero dovuto trasportare quasi 3000 viaggiatori.



Parole chiave