Navigation

Gli Uffizi ricordano l'anniversario di Raffaello

Il 6 aprile 1520 moriva a soli 37 anni Raffaello Sanzio, uno tra i più celebri pittori del Rinascimento. Le Gallerie degli Uffizi, per tre giorni a partire proprio dal 6 aprile, offrono un tour virtuale tra i capolavori dell'Urbinate conservati a Firenze. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2020 - 17:01
Claudio Moschin
Un autoritratto del 1505. Copyright 2016 The Associated Press. All Rights Reserved.

Una viaggio in tre tappe per i 500 anni dalla scomparsa del grande artista di cui le Gallerie fiorentineLink esterno ospitano la più alta concentrazione al mondo di capolavori: è un privilegio. Tra le opere la Madonna della Seggiola e la Madonna del Cardellino.

In particolare le Gallerie pubblicheranno sulla loro pagina Facebook Link esternoun trittico di video (uno al giorno per tre giorni consecutivi) dedicato al pittore urbinate e alle sue opere, custodite nel museo degli Uffizi e in quelli di Palazzo Pitti.

Si comincia con la Galleria d'arte moderna a Pitti, dove Cristian Spadoni, del Dipartimento di strategie digitali, partirà dal dipinto 'La morte di Raffaello' realizzato da Rodolfo Morgari nel 1880, per raccontare, anche attraverso le parole di Giorgio Vasari, l'immensa influenza del pittore marchigiano nella storia dell'arte. 

Ecco nel nostro video lo stesso Spadoni che spiega quest'opera del Morgari, con le vicende dell'amante di Raffaello, "la Fornarina" al capezzale del pittore.

Il giorno successivo il visitatore virtuale sarà ancora in Palazzo Pitti, stavolta nella Galleria Palatina, dove, nella sala di Saturno, sarà lo stesso direttore degli Uffici, Eike Schmidt, a raccontare quello che è forse il più leggendario ospite di questo spazio, la Madonna della Seggiola, da secoli considerato uno dei principali capolavori dell'intero Rinascimento. 

L'8 aprile il tour si sposterà agli Uffizi, nella sala appositamente dedicata a Raffaello e a MichelangeloLink esterno: tra le opere del Sanzio raccolte in questo spazio Anna Bisceglia, curatrice della pittura del Cinquecento, spiegherà in particolare la celeberrima Madonna del Cardellino. Ad affiancare il tour, ci saranno anche approfondimenti quotidiani su Raffaello e i suoi dipinti, pubblicati sui profili uffizigalleries di Instagram e Twitter.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.