Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

"No alla burocrazia per fermare i frontalieri"

(tvsvizzera)

Presa di posizione del PD lombardo sulle recenti decisioni del Gran Consiglio ticinese, tra cui l'abolizione delle notifiche online dei padroncini

Per il consigliere regionale Luca Gaffuri vanno potenziate le sinergie tra Ticino e Lombardia

Invece di intensificare la burocrazia per limitare la concorrenza dei frontalieri sarebbe più utile per la stessa economia ticinese sviluppare le sinergie sui due lati della frontiera. È quanto rileva Luca Gaffuri, consigliere regionale lombardo ed ex capogruppo del PD, che la settimana scorsa aveva chiesto una presa di posizione della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica dopo che il Gran Consiglio ticinese aveva votato la soppressione delle notifiche online dei "padroncini" per attività inferiori ai 90 giorni e l'aumento dell'aliquota delle imposte alla fonte per i frontalieri.

Il clima, ci ha riferito l'esponente democratico, è indubbiamente cambiato dopo la votazione federale del 9 febbraio e tra i lavoratori italiani occupati in Svizzera c'è apprensione. E lo stesso accordo del 1974 contestato dai partiti ticinesi, che prevede una quota di imposte di competenza elvetica e aliquote agevolate per i frontalieri, costituisce una "soluzione equilibrata". Ma nonostante tutto, ha continuato Luca Gaffuri, un accordo tra Berna e Roma riguardo alle questioni fiscali e del lavoro, è a portata di mano.

Leonardo Spagnoli

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×