Navigation

Sospetto terrorista rimpatriato in Tunisia

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2018 - 10:46
tvsvizzera/spal con RSI (Quotidiano del 9.8.2018)

Un cittadino tunisino, sospettato di avere legami con il terrorismo di matrice islamica, è stato rimpatriato mercoledì al termine di un'operazione condotta dalle forze dell'ordine ticinesi.

Era dall'Italia in primavera e intendeva chiedere asilo nella Confederazione. Ma i controlli amministrativi sulla sua identità hanno destato l'interesse della polizia. Su di lui pendeva infatti un divieto di entrata nel paese e dai successivi accertamenti condotti dagli inquirenti sono emersi contatti con cellule del jihadismo internazionale.

Per le autorità federali il nordafricano rappresentava un pericolo per la sicurezza nazionale e sono quindi scattate le procedure per il suo rimpatrio forzoso.

Massimo riserbo su questa vicenda da parte della polizia cantonale che si è limitata ieri a riferire la notizia senza aggiungere i dettagli per non fornire informazioni a eventuali malviventi. In ogni caso, hanno tenuto a sottolineare le stesse fonti, il soggetto non costituiva un pericolo imminente. 

Dagli attentati di Parigi del novembre del 2015 si sono intensificati i controlli nei confronti delle persone sospette - in particol

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.